WEB MASTER EMERGENTE ?

WEBMASTR-EMERGENTE

Strumenti utili per un’ organizzazione SMART del lavoro.

PREMESSA

Quando si è agli inizi del proprio percorso professionale, spesso capita che si ha in testa una gran confusione! Molti ragazzi apprendono le nozioni base di progettazione, sono capaci, hanno molte idee, ma si trovano in difficoltà perché non sanno come mettere in pratica ciò che hanno imparato o ciò che gli è stato insegnato. Questo perché i corsi di formazione o le guide online, seppur possono portare a degli ottimi risultati a livello “progettuale”, non  trattano spesso e volentieri (non per scorrettezza ma per una questione di “tempistica”) quello che è il METODO DI LAVORO. In ogni ambito lavorativo, specie quando si tratta come nel caso dello sviluppo web di progettazione, è fondamentale acquisire un METODO EFFICACE e conoscere gli giusti STRUMENTI per semplificare ed ottimizzare al massimo il lavoro e per risparmiare tempo. Si, perché il tempo è prezioso, sia per il professionista che per il suo cliente. Un’ ORGANIZZAZIONE SMART DEL LAVORO, avere le idee chiare e tutti gli strumenti a portata di mano, è il primo passo dal quale non si può prescindere per diventare un professionista di qualità e quindi per consegnare al cliente un PROGETTO DI VALORE in TEMPI RAGIONEVOLI.

METODOLOGIA E STRUMENTI

STRUMENTI PER IL SEO

Come spiegato più nel dettaglio in questo articolo, nella prima fase di realizzazione di un progetto web bisogna svolgere un’indagine di mercato, per capire se il prodotto o il servizio che il cliente intende “pubblicizzare” , può avere una buona affermazione o se il mercato è saturo e si deve cambiare tipo di strategia. Il SEO non è sempre la giusta soluzione in tal senso, ma per capirlo non possiamo scegliere per il nostro progetto delle parole chiave “random”. Dobbiamo invece avvalerci di alcuni strumenti che ci aiutano a capire quali sono le parole chiave che possono portarci a dei risultati migliori, in base a concorrenza e frequenza di ricerca da parte dell’utenza online di queste determinate parole.

AdWords Keyword Planner: questo tool gratuito, è lo strumento di pianificazione delle parole chiave che consente di conoscere quali sono i termini di ricerca più utilizzati dagli utenti presso Google. Ha molti parametri di indicazione quali parole chiave simili alla parola o alle parole da noi digitate per poter scegliere la più efficace,  una media del numero di ricerche mensili da parte degli utenti con quella data parola e un’ indicazione sommaria sulla competitività di quella parola già esistente in quella nicchia di mercato.

Seoquake: è un plug-in gratuito per browser web che ti permette di valutare in maniera più approfondita la competitività della o delle parole chiave nella loro nicchia di mercato. Tra gli indicatori che ci fornisce c’è il Page Rank, i Backlink, i Like , Tweet+1 di google plus ecc.

 

Google Analytics: serve ad indicare statisticamente fra i molti indicatori: il numero di visitatori che accedono al sito, da quale fonte sono arrivati al sito, da quale parte del mondo ecc.

Con questi strumenti base (ce ne sono molti altri) è possibile realizzare una buona campagna di ottimizzazione SEO e monitorarne in maniera costante i risultati.

 

STRUMENTI PER LA PROGETTAZIONE STRUTTURALE DI UN SITO

Per realizzare la struttura di un sito web, bisogna avere le conoscenze necessarie di linguaggi base e grafica. Anche in questo caso bisogna avvalersi di buoni strumenti per mettere in pratica ciò che si è appreso in maniera più rapida ed efficiente.

XAMPP (SERVER VIRTUALE): Quando si è in fase di realizzazione, bisogna lavorare al sito che si sta per realizzare in “locale”, in modo tale da non rischiare che gli utenti visitino un sito incompleto. Questa sarebbe una dimostrazione di scarsa competenza ed è controproducente sia per la propria immagine sia per l’immagine del cliente. Per lavorare in locale in maniera efficace bisogna servirsi di un server virtuale, che detto in parole semplici è come essere online, soltanto che dal proprio PC. Questo perché alcune funzioni, verificando semplicemente il risultato sul Browser da un software di editor, potrebbero non essere visualizzate, come il linguaggio PHP che è appunto un linguaggio lato server. XAMPP è una delle tante soluzioni che possono fare al caso dello sviluppatore.

Adobe Fireworks: prima ancora di progettare un sito a livello codice, bisogna presentare al cliente il cosiddetto “progetto su carta“. Con il software Adobe Fireworks (che è fra l’altro anche un ottimo programma per la grafica) è possibile realizzare la struttura di un sito prima ancora di progettarlo concretamente in maniera molto professionale.

Adobe Dreamweaver: è un editor di testo che ti permette di “programmare” in diversi linguaggi: dall’ HTML al CSS, dal PHP all’ ASP. Ottima scelta per chi è all’inizio, infatti facilita molto la costruzione del codice aiutando il developer in molti modi come il colorare in maniera diversa i diversi “elementi” che compongono un codice, oppure anticipando la stesura totale di una riga di codice grazie a delle librerie presenti al suo interno.

Firebug: Questo tool è di fondamentale importanza. Lo si può installare su Firefox ed in pratica serve ad apportare delle “modifiche virtuali” al CSS e quindi alla grafica strutturale di un sito già presente online. In questo modo è possibile verificare il risultato della modifica apportata prima ancora di intervenire concretamente lato codice. Questo strumento è usato soprattutto se il sito web è realizzato con un CMS o se un sito che è già online necessita di un piccolo restyling.

 

STRUMENTI PER LA PROGETTAZIONE GRAFICA

Adobe Photoshop e/o Adobe Illustrator: Sono indubbiamente i due migliori software per il Graphic Design. Per il web il più adatto fra i due è Illustrator, perché consente di utilizzare per le immagini la grafica vettoriale e quindi di ottenere immagini che a qualsiasi dimensione non perdono la loro qualità di risoluzione. Ma per chi ha utilizzato sempre Photoshop, magari per motivi differenti, è possibile continuare a farlo e trasferire poi il lavoro fatto su Illustrator per “vettorializzarlo”.

 

CONSIGLI UTILI

Organizzarsi sempre una “scaletta” del lavoro che si va a realizzare, per avere un maggiore ordine mentale e per focalizzarsi in maniera più attenta sui vari step di progettazione. Seguire con ordine l’iter di progettazione di un sito, ci sono cose da fare prima e cose da fare dopo, questo articolo potrebbe aiutare in tal senso.